Si e' spento Pio Rapagna', storico radicale abruzzese

Roseto. Aveva 73 anni, il ricordo di Acerbo e di Alessandrini

14.07.18 14:59
By Redazione

Dai, vota anche tu!!! Votato 2.82/5 (17 Voti)

Si e' spento Pio Rapagna', storico radicale abruzzese

Roseto. Si è spento nella notte, a causa di una malattia, il radicale abruzzese Pio Rapagnà; aveva 73 anni. Era stato eletto deputato con il movimento di Pannella nell'aprile 1992 e aveva concluso il mandato anticipatamente nel 1994, per lo scioglimento delle Camere. La sua attività politica è stata sempre caratterizzata da battaglie civili e sociali in difesa degli inquilini senza casa o per la deviazione del traffico dei mezzi pesanti dalla Statale 16 Adriatica. Fondatore dei movimenti civici 'Mia Casa' e 'Città per vivere', si fece anche promotore del Comitato per i referendum regionali contro i costi della politica.

IL RICORDO DI ACERBO

Caro Pio, sei stato un cavaliere indomito contro la corruzione e l'ingiustizia, per l'aria e la politica pulita, per i diritti delle persone a partire da quelle più povere e deboli. Un fuoriclasse di agitatore che senza una grande organizzazione alle spalle con una fantasia infinita ha trovato i modi per far vivere le lotte e far balzare fuori le ingiustizie. Eri un artista della solidarietà attiva e della contestazione. Ma anche un militante e un sindacalista che viveva a contatto con i problemi quotidiani delle persone e che con competenza studiava e proponeva. Sei stato un grande compagno, una persona perbene e un esempio di attivista e cittadino. Ci mancherà la tua sciarpa rossa. L'Abruzzo ha perso uno dei sui cittadini migliori e un politico che la comunità regionale non ha saputo valorizzare preferendo troppo spesso la clientela e la mediocrità. 
Ti ho conosciuto che ero un ragazzino. Grazie per la tua amicizia, per tutte le volte che mi hai coinvolto in battaglie sacrosante, per le parole di incoraggiamento che ho sempre considerato medaglie. Un abbraccio alla tua famiglia, a Giovanna e Annalisa che sono state il tuo meraviglioso collettivo di lotta.
 

Maurizio Acerbo, segretario nazionale Rifondazione Comunista

Il sindaco di Pescara Marco Alessandrini sulla scomparsa di Pio Rapagnà

 

“Con Pio Rapagnà scompare una voce storica del popolo abruzzese. Con le sue istanze ci rappresentava tutti, dando voce ai soggetti più deboli e alle campagne più difficili da portare a termine sui diritti e sul sociale, sulla casa e il lavoro, argomenti che lo hanno accompagnato per tutta la sua vita.

Una vita che si chiude all’improvviso per lui che è sempre stato un grande combattente, dentro e fuori dalla sua città, una voce sempre forte e chiara sugli obiettivi da raggiungere, ogni volta. 

Questa qualità lo ha reso un po’ cittadino di tutto l’Abruzzo e tutore di quello più vulnerabile. Alla sua famiglia va il cordoglio dell’Amministrazione e di tutta la città”.

Data - 14.07.18 14:59