StartApp. Gli studenti del Manthone' hanno incontrato Confindustria

Pescara. I contenuti del progetto

04.06.18 15:17
By redvit

Dai, vota anche tu!!! Votato 1/5 (1 Voto)

StartApp. Gli studenti del Manthone' hanno incontrato Confindustria

Pescara. “I giovani rappresentano il vero potenziale di ogni Paese. Diamo loro la possibilità di rendere il proprio futuro più motivante. Complimenti cari ragazzi! L’Aterno-Manthoné è da tempo nostro partner”. Le parole di Luigi Di Giosaffatte, direttore generale di Confindustria Chieti-Pescara, docente di Strategia, leadership e risorse umane università Chieti-Pescara, rendono bene l’impegno, la partecipazione attiva e l’entusiasmo che hanno contraddistinto il primo workshop tenutosi questa mattina, a partire dalle 9, nell'aula magna dell'Istituto tecnico statale Aterno-Manthoné, diretto da Antonella Sanvitale.

L’incontro è stato il primo dei quattro workshop programmati nel quadro del premio StartApp Abruzzo 2018, con il patrocinio di Confindustria Chieti-Pescara. Gli studenti hanno presentato le imprese simulate con l’occhio rivolto alle start up del futuro.

L'iniziativa si colloca nel solco tracciato dai workshop del progetto “Come gestire lo stress per meglio comunicare”, che si sono svolti nella scuola pescarese a partire dal 2016. Il fil rouge creato è stato intercettato dall’Associazione App Abruzzo, di cui è vice presidente Carlo Colucci, consulente aziendale e business coach, coideatore di entrambi progetti unitamente a Giuseppe Toletti, commercialista e docente del dipartimento di Economia aziendale dell'Istituto.

L’attività progettuale è stata favorita dal presidente di App Abruzzo Alessandro Addari, vice presidente di Confindustria Chieti-Pescara, che ha reso possibile la saldatura tra l’Istituto Aterno-Manthoné e l’associazione che prosegue nel suo percorso di interazione tra il mondo della ricerca, la scuola e l’università con il mondo del lavoro, delle imprese e delle libere professioni.

A questo primo incontro, hanno partecipato alcuni soci di App Abruzzo: Miriam D’Ascenzo, docente di Economia politica all’università degli studi di Chieti-Pescara; Marco Di Sebastiano, consulente e progettista europeo, project manager Eva (Europe Village Abruzzo); Carlo Colucci, life & startapper coach; e il presidente dell'associazione Alessandro Addari.

Sono intervenuti Stefano Cianciotta, presidente dell'Osservatorio nazionale delle infrastrutture, con un video; Leonardo Valenti, ceo Biolchim Spa; Paolo Campana, ceo Ecoh Media Srl; Giuseppina Suffoletta, commercialista e consulente aziendale; Luigi Di Giosaffatte, direttore generale di Confindustria Chieti- Pescara, docente di Strategia, leadership e risorse umane università Chieti-Pescara.

Nella seconda parte, gli studenti hanno autogestito il workshop e lo spazio riservato alle presentazioni delle loro Imprese formative simulate e di altri lavori connessi con l'alternanza scuola-lavoro. Gli studenti, costituiti in team, hanno avuto il compito di affinare i loro progetti di Impresa formativa simulata.

Al termine dei quattro incontri saranno decretati  due team vincitori, uno per le classi terze e uno per le classi quarte.

Le due start-up vincenti saranno premiate in occasione del premio InnovAzioni, alla quinta edizione, organizzato dalla Sezione servizi innovativi, in collaborazione con il Gruppo giovani imprenditori di Confindustria Chieti-Pescara, che si terrà all'Aurum di Pescara.

Il progetto è finalizzato alla ideazione e creazione di start-up, e cerca di dare sfogo all’inventiva, alla creatività e all'intelligenza emotiva degli studenti per proiettarli verso un futuro ormai prossimo, partendo dalle loro Imprese formative simulate.

Oggi, dopo le relazioni è stato dato spazio ai ragazzi che, costituiti in imprese/team, hanno presentato ai relatori i loro primi lavori sulle attività di simulimpresa/start-up. La discussione e la riflessione tra gli attori del workshop (ospiti e studenti) hanno offerto spunti utili per permettere ai vari team, alla ripresa dell’anno scolastico, di presentare le proprie start up che dovranno essere valutate dagli imprenditori. Il terzo incontro sarà un workshop/fiera, in cui si svilupperà la prima parte della competizione mentre nel quarto e ultimo incontro  ci sarà la presentazione finale delle start up.

Una commissione, formata da soci di App Abruzzo, imprenditori, professionisti e professori vaglierà e deciderà quale delle idee sia la vincente (una per le classi terze e una per le quarte).

04.06.18 15:17 - redvit - Letto 1283