Zona Franca Urbana. Il Comune incontra le Associazioni

Pescara. Concluso l'iter si passa alla fase operativa

13.03.18 10:00
By Redazione

Dai, vota anche tu!!! Votato 0/5 (0 Voti)

Zona Franca Urbana. Il Comune incontra le Associazioni

Pescara. Riunione operativa ieri pomeriggio a proposito della Zona Franca Urbana, il sindaco Marco Alessandrini e l'assessore dedicato Simona Di Carlo, hanno incontrato le associazioni di categoria e i portatori di interesse per fare il punto sul decollo della misura che interesserà la città con circa sette milioni di euro a favore di attività che nasceranno nel perimetro interessato dal provvedimento. Erano presenti Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Cna, Unitamente a Confindustria, Upa, Coldiretti, CIA, Legacoop e Consulta delle Libere Professioni.

 

“Abbiamo voluto questo incontro perché l’iter è chiuso e possiamo passare finalmente alla fase operativa – riferisce l’assessore alla Zona Franca Urbana Simona Di Carlo – A seguito del decreto ministeriale del 6 giugno scorso i dirigenti Ministero per lo Sviluppo Economico, unitamente a quelli di InviItalia e Anci per conto di IFEL verranno ad illustrarci le finalità, daranno informazioni sui soggetti beneficiari, le agevolazioni concedibili e l’iter burocratico da seguire per l’emanazione dei bandi. Tutto questo accadrà a brevissimo, nei primi giorni di aprile e coinvolgerà i portatori di interesse che saranno vettori delle informazioni verso i propri rappresentanti.

La Zona Franca urbana diventa realtà, dunque, e sta per diventare un’opportunità concreta per tantissime attività imprenditoriali, in special modo quelle piccole. La base finanziaria è ampia, abbiamo a disposizione 3.076.099 euro già reperiti per la ZFU, a cui vengono riassegnate in bilancio risorse in favore dei Comuni pari a ulteriori 4.290.065 euro, si tratta di somme attualmente in perenzione, individuate dalla delibera Cipe del 2009 che istituisce il provvedimento e per cui c’è già una delibera di Giunta con cui l’Amministrazione ha aderito allo schema di accordo di programma fra il MISE ed Enti.

Tali somme verranno ora utilizzate dalla stessa Agenzia secondo quanto previsto dal comma 7 del Decreto Interministeriale del 2013 sulle Zone Franche Urbane. In tal modo Ministero e Comuni attiveranno le forme necessarie di reciproca collaborazione istituzionale, provvedendo anche al coinvolgimento delle Regioni coinvolte. Una volta stabilita la procedura, istituiremo uno sportello preposto per dare informazioni direttamente ai potenziali interessati.

I dettagli saranno stabiliti durante la riunione che si terrà a breve, a cui seguirà una fase informativa e si lavorerà ai bandi che renderanno possibili gli sgravi e i benefici fiscali previsti dalle Zfu per rilanciare le attività esistenti e per avviarne di nuove.

Il Comune ha anche dato seguito all’aggiornamento delle zone franche urbane, che interesseranno la zona ovest del territorio, già individuata dal decreto ministeriale del 2009”.

Data - 13.03.18 10:00