Il Festival del cioccolato a Piazza Salotto

Pescara. Dal 1 al 4 marzo il 'Chocolate Days'. Cosa c'è da vedere e da gustare

01.03.18 11:16
By redvit

Dai, vota anche tu!!! Votato 1/5 (1 Voto)

Il Festival del cioccolato a Piazza Salotto
Pescara. L’antica e golosa tradizione, custodita gelosamente dal 1746 dai maestri cioccolatieri di Modica, protagonista a Pescara durante la manifestazione più dolce dell’anno. Da domani, giovedì 1° marzo, fino a domenica 4 marzo 2018, in piazza della Rinascita si terrà l’appuntamento “Chocolate Days”, prima tappa del tour nazionale “ChocoModica in tour” che nei prossimi mesi toccherà le principali città italiane.
Il Festival del cioccolato è stato presentato oggi in conferenza stampa, nella Sala Giunta del Comune di Pescara, dal sindaco Marco Alessandrini, dall’assessore alle Attività Produttive Giacomo Cuzzi, dall’organizzatore Paolo Recchia (vicepresidente del Movimento del Turismo del Cioccolato e delle Eccellenze Italiane), da Dario Bucella (Casartigiani), dalla dirigente Raffaella Coccodel Liceo Artistico, Musicale e Coreutico "Misticoni-Bellisario", partner della manifestazione, e da Dante Marianacci, presidente del Centro Studi Dannunziani e del Club Internazionale Amici di Salvatore Quasimodo.
La kermesse animerà per quattro giorni il centro cittadino pescarese, dalle ore 10 alle ore 22, riscaldando le fredde giornate di inizio marzo con carrellate di “oro nero” proveniente dalla città siciliana di Modica. L’inconfondibile cioccolato dolce e granuloso, famoso per la sua lavorazione a freddo, sarà proposto durante le degustazioni nelle forme più fantasiose e stravaganti, per deliziare la vista e il palato di grandi e piccini. Il festival “Chocolate Days” è organizzato dal Movimento del Turismo del Cioccolato e delle Eccellenze Italiane e dal Consorzio di Tutela del cioccolato di Modica, e si avvale del patrocinio del Comune di Pescara. L’inaugurazione, accompagnata dal concerto dell’orchestra del liceo musicale Misticoni-Bellisario, è fissata per domani, giovedì 1° marzo a partire dalle ore 9,30 in piazza della Rinascita, a Pescara.
 
Il programma
Il festival “Chocolate Days” non è solo un itinerario goloso, bensì una manifestazione in cui la tradizione dolciaria si mescola con percorsi artistici e letterari, suggestioni legate al cinema e al teatro e allettanti connubi tra cucina e cultura territoriale. I maestri cioccolatieri di Modica saranno rappresentati da Andrea Iurato, che ha condotto all’Expo di Milano le dimostrazioni sull’antica lavorazione del cioccolato di Modica, mentre un confronto tra le diverse tradizioni cioccolatiere e dolciarie tra Pescara e Modica animerà gli incontri con i maestri Massimo Tavoletta e Lorenzo Puca. Le problematiche legate allo sviluppo dei distretti produttivi dolciari italiani, inoltre, saranno al centro dell’intervento di Federico Anzellotti, presidente nazionale di Conpait.
Tra gli stand in piazza della Rinascita anche la “Ciokofabbrica” del maestro perugino Fausto Ercolani: una fabbrica del cioccolato aperta gratuitamente ad adulti e bambini per illustrare il processo di trasformazione del cioccolato, dalla tostatura della fava di cacao dei Paesi di origine fino alla spremitura, all’incontro con lo zucchero e infine alla produzione del prezioso cioccolato di Modica. Da giovedì a domenica le performance artistiche di scultura e pittura, con la partecipazione straordinaria del maestro scultore Enrico Candiano, e i percorsi musicali a cura degli studenti del liceo artistico Misticoni-Bellisario si alterneranno a show cooking, a cura del maestro Andrea Iurato, il tutto in un grande padiglione attrezzato con un’area teatro in cui saranno proiettate fiction, animazioni e documentari su cacao e cioccolato e saranno organizzati convegni incentrati sulle qualità benefiche del cacao.
Spazio anche a un gemellaggio letterario tra Gabriele D’Annunzio e Salvatore Quasimodo, con l’approfondimento “Pescara e Modica le città di D’Annunzio e Quasimodo” curato dagli studiosi Dante Marianacci e Grazia Dormiente. Da segnalare la presentazione della Guida Gourmet di Repubblica, la presentazione del libro di Grazia Dormiente “Modica. La storia del suo cioccolato”, le relazioni di Annarita Merli della compagnia del cioccolato sulla cioccolata in casa Sabauda e di Vincenzo De Pompeis sulle maioliche di Castelli del ‘700. Non mancherà la solidarietà, grazie al progetto “ChocoModica for life - Il cioccolato di Modica per Happy Child” a cura del Kiwanis, in collaborazione con Save the Children, dedicato alla raccolta fondi per i bambini abbandonati. Infine è prevista anche un’area dedicata ai più piccoli con trucca bimbi e face art e l’angolo per “Le mani in… pasta di cacao”.
 
La presentazione in Comune:
“Modica – spiega il sindaco Marco Alessandrini – è la capitale italiana dell’oro nero. Siamo onorati di ospitare questo tour che va in una duplice direzione. La prima è quella di conoscere e degustare il cioccolato, un alimento diffuso nella nostra vita, per capire come funziona il suo ciclo produttivo e come si arriva al prodotto finale. La seconda è invece legata alla tradizione e alla cultura, per cui accanto alle degustazioni ci saranno anche momenti di approfondimento letterario legati a due grandi concittadini di Pescara e Modica che si incrociarono qualche decennio fa. Parliamo di Gabriele D’Annunzio e Salvatore Quasimodo, dei quali ricorre quest’anno rispettivamente l’80esimo e il 50esimo anniversario dalla morte”.
“Questi quattro giorni dedicati al cioccolato – aggiunge l’assessore Giacomo Cuzzi – in un periodo di freddo polare come quello che stiamo vivendo, scalderanno i palati e cuori dei pescaresi. Voglio ringraziare gli organizzatori per la qualità del programma che coinvolge anche le scuole della città, alle quali abbiamo inviato anche una lettera, rivolta a tutti gli istituti comprensivi, per invitare i ragazzi e i docenti a partecipare agli appuntamenti e ai laboratori sul cioccolato. Eventi come i “Chocolate Days” sono fondamentali anche per rilanciare la funzione del nostro centro commerciale naturale. Iniziamo dal cioccolato, emblema dell’eccellenza e della qualità italiana”.
“Il Movimento del Turismo del Cioccolato e delle Eccellenze Italiane – rimarca il vicepresidente Paolo Recchia, tra gli organizzatori della manifestazione – è nato dall’esigenza di far conoscere il cioccolato artigianale, valorizzando quelle caratteristiche che lo rendono di gran lunga più gustoso e raffinato rispetto a quello di produzione industriale. Abbiamo coinvolto il maestro Fausto Ercolani, che ha ideato una fabbrica del cioccolato ambulante, e abbiamo contattato il Consorzio di Tutela del cioccolato di Modica, diretto da Nino Scivoletto. Il tour comincia da Pescara, in occasione delle celebrazioni degli 80 anni dalla morte di D’Annunzio. In piazza ci saranno gli stand sul cioccolato di Modica, ma anche maestri cioccolatieri provenienti da Perugia, Enna, Merate, Monza, Jesi e Pesaro”.
“Il MIBE Misticoni-Bellisario – aggiunge la dirigente Raffaella Cocco – ha colto al volo l’opportunità di far parte di un gemellaggio culturale con la città di Modica, sulla scia tracciata da D’Annunzio e Quasimodo. In questi quattro giorni gli studenti eseguiranno brani musicali e si confronteranno sul cioccolato, considerato non solo come un prodotto dolciario, ma anche come una materia artistica per la realizzazione di lavori di scultura e pittura”.
“I rapporti tra D’Annunzio e Quasimodo sono piuttosto intensi – spiega Dante Marianacci, presidente del Centro Studi Dannunziani e anche del Club Internazionale Amici di Salvatore Quasimodo, nato a Vienna nel 2008 – il Vate muore nel 1938, quando Quasimodo aveva 37 anni. La stessa sera della morte di D’Annunzio, Quasimodo a passeggio per Milano ne parla con Carlo Bo. A 21 anni Quasimodo scrive una lettera a D’Annunzio per sottoporgli il poemetto “Il fanciullo caduto”, segno di quanto la letteratura dannunziana rappresenti un punto di riferimento e uno spartiacque fondamentale non solo per Quasimodo ma per tutta la letteratura italiana e internazionale”.


01.03.18 11:16 - redvit - Letto 1282