'Io Non Rischio', al via la campagna della Protezione Civile

Pescara. Il 14, 300 volontari impegnati nei quattro capoluoghi

09.10.17 15:13
By redvit

Dai, vota anche tu!!! Votato 0/5 (0 Voti)

'Io Non Rischio', al via la campagna della Protezione Civile

Pescara. Sabato 14 ottobre 300 volontari saranno impegnati nelle piazze dei quattro capoluoghi di Provincia della Regione Abruzzo per la settima edizione della campagna nazionale dedicata alle buone pratiche di Protezione Civile che quest’anno si arricchirà di nuovi eventi legati alla conoscenza dei rischi sul territorio.
Si avvicina la giornata dedicata alla campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Sabato 14 ottobre torna “Io Non Rischio” per sensibilizzare i cittadini sul rischio sismico, alluvione e maremoto. 
Un’unica giornata di informazione e comunicazione con un grande obiettivo: diffondere buone pratiche di Protezione Civile e sensibilizzare i cittadini sul tema della prevenzione. 
“Non possiamo essere ignari dei rischi con cui conviviamo senza far nulla per ridurli. Per questo motivo il volontariato di Protezione Civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese - sottolinea il Sottosegretario alla Presidenza Regionale Mario Mazzocca - Protagonisti della campagna “Io Non Rischio” sono i volontari e le volontarie appartenenti ad oltre 700 realtà associative tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia, che si trasformano in uno strumento attivo di comunicazione delle buone pratiche di Protezione Civile, illustrando l’importanza della prevenzione e delle azioni concrete da compiere fin da subito”. 
“Il cuore dell’iniziativa - prosegue Mazzocca - è il momento dell’incontro tra cittadinanza e volontari che sabato14 ottobre allestiranno punti informativi nelle piazze dei capoluoghi di provincia, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sui rischi connessi ai disastri naturali. Stavolta “Io Non Rischio”, giunta alla 7A edizione, sarà speciale: le piazze si arricchiranno anche di iniziative ed eventi. I volontari, infatti, accompagneranno la cittadinanza in un percorso legato alla conoscenza e alla memoria dei luoghi. Fondamentale, dunque, sarà il ruolo dei cittadini che parteciperanno attivamente alla conoscenza dei rischi specifici sul territorio”.
Sabato 14 ottobre la campagna “Io Non Rischio” anche in Abruzzo. 
Per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per la prevenzione, i volontari invitano i cittadini a partecipare agli appuntamenti nelle piazze di:
PESCARA in Piazza Garibaldi con percorso ciclo/pedonale lungo il quale si rappresenterà ai cittadini l’evento esondazione del fiume Pescara. N.B.: In caso di avverse condizioni atmosferiche l’evento si terrà presso la sala del “Caffè Letterario” in via delle Caserme.
TERAMO in Piazza Martiri della Libertà, Viale Mazzini c/o Giardini Carino Gambacorta, Sala Ipogeo P.zza Garibaldi con percorso di trekking urbano per una linea del tempo itinerante. N.B.: In caso di avverse condizioni atmosferiche l’evento si svolgerà presso il Centro Comm.le Gran Sasso di Teramo.
CHIETI in Comune di Chieti, Chiesa di San Francesco al Corso, Terme Romane, Chiesa della Trinità con trekking urbano che comprenderà stop tematici su piano di emergenza comunale, sulla micro zonazione sismica, e su gli eventi del passato. N.B.: In caso di avverse condizioni atmosferiche sarà possibile spostare il percorso del trekking, condensandolo al di sotto del porticato cittadino.
L’AQUILA in parte delle mura del Castello Cinquecentesco di L’Aquila con attività di Orienteering, Gioco dell’Oca a tema, Baby Parking, presentazione e divulgazione del Piano di Emergenza Comunale di L’Aquila. N.B.: In caso di avverse condizioni atmosferiche l’evento si svolgerà presso il Centro commerciale “L’Aquilone” e “Globo”.
Per informazioni sulle piazze abruzzesi:  
Staff #IoNonRischio Regione Abruzzo – Referente: Daniela Pasquali, Valeria Iampieri, Valentina De Sanctis, Morena Serafini, Gabriella Ragni - email: iononrischio@regione.abruzzo.it – tel;ì: 800861016 / 800860146.
Piazza di Pescara – Referente: Antonio Romano - Organizzazioni: Val Pescara, Modavi Pescara, Nucleo Volontari di Protezione civile A.N.F.I. Pescara, ANPAS P.A. CB A.R.BU.S.TI. Bussi sul Tirino, Croce Angolana Città Sant’Angelo, Associazione Volontari Senza Frontiere.
Piazza di Teramo – Referente: Federica Di Paolo - Organizzazioni: Volontari Protezione Civile Gran Sasso d’Italia Onlus, ANPAS Corpo volontari protezione civile Gran sasso D’Italia Morro D’Oro, Pubblica Assistenza Croce Bianca Alba Adriatica,P.A. Croce Bianca Teramo, P.R.O.S. Onlus Pineto, Croce Bianca Val Vibrata, Corpo volontari Protezione civile Corropoli, Corpo Protezione Civile Pineto, Società Nazionale Salvamento Tortoreto.
Piazza di Chieti – Referente: Antonio Mancini - Organizzazioni: Nucleo Operativo Teate, Valtrigno, FIR CB Radio Club Chieti, Gruppo Comunale Furci, Gruppo Comunale Francavilla al Mare, Croce Rossa Italiana, Cives Chieti.
Piazza di L’Aquila – Referente: Callipo Francesco - Organizzazioni: Gruppo Comunale Carsoli, Misericordia di San Benedetto Dei Marsi, ANPAS Pubblica Assistenza Civitella Roveto, G.V. Magliano De’ Marsi Onlus, Gruppo Comunale Gioia dei Marsi, Cives L’Aquila, CRI Comitato l’Aquila, Prociv Arci Tempera, P.I.V.E.C. Alto Sangro, Proloco Coppito, P.A. Croce Verde Pratola Soccorso, Gruppo Comunale Sulmona, NOVPC Tagliacozzo. 
“Io Non Rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con ANPAS (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) e Reluis (Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica). L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di ISPRA (Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), OGS (Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale), AIPo (Agenzia Interregionale per il fiume Po), Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab (Università della Calabria), Fondazione Cima e Irpi (Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica).
Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, è possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto, un’alluvione o un maremoto.

09.10.17 15:13 - redvit - Letto 593