Presentato ‘Aternino Occupato – l’Intercessione di San Michele’

Pescara - Arte, pittura, scultura, musica ed enogastronomia con sessanta giovani artisti

12.02.14 20:05
By Redcan PagineAbruzzo

Presentato ‘Aternino Occupato – l’Intercessione di San Michele’

PESCARA - “Non è semplicemente un evento, non è una rassegna, non è una mostra, ma ‘Aternino Occupato – L’Intercessione di San Michele Arcangelo’ è piuttosto un’insalata mista, un grande ‘contenitore’ nel quale, sui tre livelli del Circolo Aternino, si mescoleranno arte, pittura, scultura, musica ed enogastronomia, in un continuo rincorrersi di performance che vedranno protagonisti ben 60 artisti, 60 giovani che hanno fame di spazi in cui esprimersi, raccontarsi, ed emergere, per una iniziativa a costo zero per l’amministrazione comunale. Si partirà sabato 15 febbraio con una scenografia suggestiva, e si andrà avanti sino al 23 febbraio, con momenti sempre nuovi e diversi”. Lo ha detto l’assessore alla Cultura Giovanna Porcaro nel corso della conferenza stampa odierna convocata per presentare l’iniziativa ‘Aternino Occupato’. Presenti anche alcuni degli artisti promotori o protagonisti dell’evento, a partire dall’organizzatore Davide Cocozza, con Alessandro D’Aquila, Mara Patricelli, Davide Di Fonzo, e lo chef Silvano Pinti.

“Dal 15 al 23 febbraio – ha detto l’assessore Porcaro – il Circolo Aternino, in corso Manthonè, sarà ‘occupato’ da quello che non sarà un semplice evento o un’esposizione, ma piuttosto si annuncia come una serie di ‘interlocuzioni’ con la città basandosi sulle arti più varie, dalla pittura alla scultura alle performance”. “Mixed Salad – ha spiegato Cocozza – nasce dall’esperienza dell’Accademia di Belle Arti di Roma, il luogo in cui far emergere il potenziale artistico dei ragazzi. In una città come Pescara, dove non c’è un’Accademia delle Belle Arti, è difficile avere un tale luogo, uno spazio dedicato in cui tirare fuori la propria espressività, in cui mettersi in mostra, non ci sono spazi liberi, ma piuttosto gallerie private aperte solo a nomi già affermati. ‘Aternino Occupato’ nasce allora innanzitutto come un portale d’arte in cui ciascuno può entrare e proporre la propria arte, dando forma a una sorta di ‘insalata mista’, dalle mille varietà cromatiche. Da sabato trasformeremo il portale virtuale in uno spazio fisico, appunto il Circolo Aternino, dove troveremo ben 60 artisti, di ogni genere e disciplina, Ci saranno i Fu*Turisti di Alessandro D’Aquila, quattro ragazzi in tutto, di cui tre di Pavia, che incarnano ‘l’arte in movimento’, quattro ragazzi autori di un’incursione alla Biennale di Venezia. Ci saranno i Made 8; i MinimalCinema, ragazzi che hanno operato a lungo negli Stati Uniti, poco in Abruzzo; e i Confusionismo & Other, gruppo di Luca Di Francescantonio, Marco Sciame e Angelo Bucci. Con l’Aternino Occupato avremo una sorta di autogestione, addirittura ci saranno corsi di musica, di pittura, tutti gratuiti”. “L’apertura di sabato, 15 febbraio, alle 18 – ha spiegato Mara Patricelli – partirà all’esterno del Circolo Aternino con un audio di un’opera di Franco Summa, la ‘Vita è segno,  la Vita è sogno’, da piazza Garibaldi, dove si svolgerà una performance con il fuoco di Mara Chiulli. Quindi si accenderanno le luci dell’Aternino e ci sarà il buffet con il Vernissage. Alle 19 il saluto delle Autorità e quindi la performance teatrale ‘Tu e Io’ con materiali usa e getta e poi l’inaugurazione della mostra, con eventi che cambieranno ogni giorno”.

12.02.14 20:05 - Redcan PAGINEABRUZZO