Presentato il VI Festival Mediterraneo della Laicità

Pescara. Si apre il 24 settembre, si chiude il 22 ottobre

21.09.13 09:50
By redvit

Dai, vota anche tu!!! Votato 3.73/5 (11 Voti)

Presentato il VI Festival Mediterraneo della Laicità

Pescara. Il VI Festival Mediterraneo della Laicità si svolgerà a Pescara il 25, 26 e 27 ottobre 2013 presso l’Aurum e avrà per tema Laicità e Critica della Politica.
È  stato preceduto da una serie di appuntamenti,  svoltisi nei mesi precedenti presso la Libreria La Feltrinelli di Pescara su temi economico-sociali e di cultura religiosa (notizie sul sito web dell’Associazione “Itinerari Laici”, organizzatrice del Festival, alla pagina www.itinerarilaici.it).

Il Festival verrà introdotto da due cicli di Conferenze su tematiche specifiche: “Filosofia ed Arte” 24 settembre e 15 e 22 ottobre presso l’Aurum e “Filosofia '80” che sarà ospitato presso La Feltrinelli il 1° e 8 ottobre.

Il ciclo di conferenze “Arte e coscienza civile”, curato da Giovanbattista Benedicenti e Simone Ciglia, si apre martedì 24 settembre alle ore 18.00 nella Sala Tosti dell'Aurum di Pescara e proseguirà, sempre all’Aurum, il 15 e il 22 ottobre.

Si propone un’indagine sull'arte come espressione dell’impegno civile, portatrice di un’idea alta della politica, in cui il senso estetico si sposa con il valore etico, un’arte pensata e creata per muovere le coscienze e rendere gli uomini più liberi e giusti.

Da Michelangelo a Picasso e oltre, saranno considerati i più grandi artisti che si sono fatti interpreti dei valori civili, in un appassionante itinerario storico diviso in tre moduli: il primo andrà dagli ideali umanistici del Rinascimento alle istanze illuministiche delle rivoluzioni; il secondo sarà dedicato agli eroici furori dell’epoca romantica e risorgimentale; il terzo riguarderà i drammatici contrasti del Novecento fino ai più recenti fenomeni dell’età contemporanea.


Il ciclo Arte e coscienza civile vuole proporre un' indagine sull'arte come visione di una idea alta della politica; arte che muove le coscienze; dall' Umanesimo militante del Rinascimento fino alla rappresentazione del mondo contemporaneo.

Arte indagata come espressione della coscienza e della formazione civile quindi non solo come valore estetico,ma con profonda valenza etica ricercata, proposta e condivisa.

Gli artisti che saranno proposti ,hanno vissuto l'arte come intervento politico "alto", spesso critico e diretto a svelare, rivelare e costruire non solo senso estetico, ma senso etico,individuale e collettivo.

Sezione Arte Arte e Coscienza Civile di Giovanbattista Benedicenti e Simone Ciglia

Settembre - Ottobre ore 18.00 Aurum, Sala "Francesco Paolo Tosti" piano terra - Pescara

 

Martedì 24 settembre Arte e coscienza civile: dal Rinascimento all'età delle rivoluzioni

 

Martedì 15 ottobre Arte e coscienza civile: dal Risorgimento al primo Novecento. 

 

Martedì 22 ottobre Arte e coscienza civile: l'età contemporanea.

21.09.13 09:50 - redvit - Letto 1664