Vela, la sezione pescarese della Lega Navale Italiana si aggiudica un titolo nazionale

Pescara - L’ortonese Mattia Ricci è campione nazionale under 16 Laser 4.7. Primo posto nella sua categoria ai Campionati Nazionali Giovanili di Follonica

09.09.13 11:56
By Redcan PagineAbruzzo

Vela, la sezione pescarese della Lega Navale Italiana si aggiudica un titolo nazionale

PESCARA - La Lega Navale Italiana di Pescara porta l’Abruzzo in vetta. L’ortonese Mattia Ricci, atleta tra i più promettenti della scuderia Lni, a soli 15 anni, ha conquistato uno dei titoli velistici più ambiti a livello nazionale: si è classificato in prima posizione nella Classe Laser 4.7 under 16 maschile.


Nel corso dei quattro giorni (5, 6,7 e 8 settembre) in cui si sono svolti, a Follonica (Grosseto), i Campionati Nazionali Giovanili, Ricci è riuscito ad aggiudicarsi quasi sempre uno dei primi cinque posti, mantenendo alta la sua media. Un traguardo ancor più straordinario se si pensa che il giovanissimo atleta ha iniziato a regatare sul Laser, dopo un passato Optimist, solo a giugno.

Il giovane sportivo è stato premiato dalle più alte cariche federali della vela, erano presenti velisti famosi come Alessandra Sensini, la plurimedagliata atleta olimpica, che si è congratulata con lui e ha posato per una foto con la squadra Laser Lega Navale Italiana Pescara al completo.

<<I giorni a Follonica sono stati fantastici>>, racconta Mattia, <<il livello tecnico era davvero molto alto, quindi è stato impegnativo. Non mi sentivo tanto sicuro, perché ero alla mia prima esperienza in una regata Laser importante. Quando, l’ultimo giorno, mi sono reso conto del buon piazzamento, ho cercato di regatare in sicurezza, controllando al meglio la barca, senza attaccare nessuno o rischiare la scuffia, per mantenere la posizione conquistata. Sono felicissimo>>.

L’allenatore Laser di Mattia Ricci, Marco Dainese, istruttore nazionale FIV di III livello e preparatore atletico CONI, ha commentato così la prima posizione: <<Mattia è un atleta con una passione enorme per la vela sin da piccolo, questo risultato premia la sua costanza e il suo impegno, sempre massimi. Mi complimento con lui per la capacità che ha avuto di restare calmo e concentrato anche quando il risultato era a rischio. Bravo Mattia!>>.

Roberto Lachi, istruttore nazionale FIV di II livello e ufficiale di regata, nonché direttore sportivo della Lega Navale Italiana pescarese, si dichiara molto soddisfatto: <<Considero il risultato ottenuto da Mattia, oltre che un grande merito per lui, la conferma che il team della Lega navale italiana di Pescara sta andando nella direzione giusta. Ringrazio Marco e Sergio Dainese per il loro impegno costante nel crescere dal punto di vista umano e sportivo i ragazzi. Siamo tutti contenti e speriamo che alla vittoria di Mattia seguano molte altre, i nostri atleti ne hanno le capacità>>.

Il velista, in passato, ha ottenuto risultati eccellenti anche sull’Optimist, barca con la quale ha regatato fino a maggio, allenato da Sergio Dainese, istruttore nazionale FIV di II livello, sempre della Lni Pescara. Si tratta, quindi, di un campione cresciuto nella sezione pescarese della Lega navale italiana.

Ad oggi la società conta, tra agonisti e preagonisti, oltre 30 ragazzi (Optimist e Laser), di un’età compresa fra i 7 e i 18 anni. Gli atleti hanno modo di sperimentare, durante gli allenamenti, nozioni e tecniche apprese. Le attività si svolgono dal martedì al sabato pomeriggio e la domenica mattina.

Nel fine settimana ai ragazzi viene data l’opportunità di partecipare alle più importanti regate nazionali delle loro rispettive classi. Durante le trasferte sono accompagnati dagli allenatori, che vigilano sulle loro prestazioni e sulla loro sicurezza.

I corsi per adulti, inoltre, sono aperti tutto l’anno.

I successi non sono una novità per la Lega Navale Italiana di Pescara: con i suoi campioni, infatti, la società raggiunge da anni risultati eccellenti nelle varie competizioni italiane. Si impegna ad accompagnare i giovani nella crescita, attraverso attività sportive sane che li abituino a stare a contatto con la natura e che diano loro i mezzi per imparare a vivere il mare nel modo più autentico.

09.09.13 11:56 - Redcan PAGINEABRUZZO