‘La Vetrina dannunziana’ si presenta

Pescara - Nel 150mo anniversario della nascita del Vate iniziativa dell’Amministrazione comunale  rivolta al commercio pescarese

22.06.13 00:33
By Redcan

Dai, vota anche tu!!! Votato 3.33/5 (3 Voti)

 ‘La Vetrina dannunziana’ si presenta

PESCARA - “Nell’anno del 150° della nascita del Vate, l’amministrazione comunale di Pescara cerca la ‘Vetrina dannunziana’ più bella, la più avanguardista, che, nello spirito della modernità tipico del poeta-soldato, dovrà essere capace di rievocare suggestioni e atmosfere degne del figlio per eccellenza di Pescara. Due le valutazioni che verranno eseguite: prima di Ferragosto e, poi, entro il prossimo 8 dicembre, per dare modo alla giuria, composta da esperti e letterati, di poter esprimere con certezza e tranquillità la propria preferenza prima di Natale. E i commercianti potranno avvalersi, per l’occasione, anche della collaborazione degli studenti, chiamati a dare il proprio contributo di idee, anche al fine di trasformare ogni presentazione in un evento per la città”. Lo ha detto l’assessore al Commercio del Comune di Pescara Gianni Santilli nel corso della conferenza stampa odierna di presentazione del Concorso per la ‘Vetrina dannunziana’, alla presenza dell’attrice Franca Minnucci, docente, di Walter Recinella, Direttore della Confcommercio, e dei rappresentanti della Confesercenti, oltre che delle scuole che prenderanno parte all’iniziativa, ossia il Liceo Scientifico ‘D’Ascanio’ di Montesilvano, l’Istituto tecnico Aterno-Manthonè, l’Istituto di Istruzione superiore ‘Pomilio’ di Chieti, e il Liceo Artistico-Istituto d’arte di Pescara.

“L’amministrazione comunale – ha spiegato l’assessore Santilli – ha deciso di promuovere tale iniziativa nell’ambito delle celebrazioni per il 150° di d’Annunzio, coinvolgendo operatori economici e cittadini, dunque le Associazioni di categoria, ossia Confcommercio, Confesercenti e le 10 Associazioni di Via esistenti sul territorio. L’iniziativa riguarda le attività commerciali invitate ad allestire la ‘Vetrina dannunziana’ più bella e suggestiva, nel periodo compreso tra luglio e dicembre, individuando due step: il primo nel periodo estivo, da chiudere prima di Ferragosto; il secondo partirà a conclusione dei saldi e andrà avanti sino all’8 dicembre, consentendo ai commercianti di esprimere il proprio estro in una vetrina estiva e una invernale che verranno sottoposte a valutazione da parte della giuria su richiesta degli stessi commercianti. E ai commercianti abbiamo chiesto di coinvolgere gli studenti assumendo contatti con gli Istituti superiori interessati. La giuria chiamata a votare sarà presieduta da Giordano Bruno Guerri e sarà composta oltre che dal sottoscritto anche dalla docente Franca Minnucci, dalla direttrice dell’Aurum Annarita Della Penna, dall’attrice Giulia Basel, e poi dagli assessori alla Cultura, Giovanna Porcaro, e ai Grandi Eventi, Maria Grazia Palusci, infine dal Direttore della Confesercenti Gianni Taucci e dal Direttore della Confcommercio Walter Recinella. Per l’occasione, peraltro, ho anche inviato una lettera alle Associazioni di categoria per divulgare al massimo l’iniziativa tra i propri iscritti, ricordando agli esercenti la possibilità di allestire vetrine utilizzando qualunque tecnica, come i Tableau vivent, raccontando attraverso immagini, oggetti, atmosfere, la vita, il pensiero e il mondo dannunziano, traendo ispirazione anche dai romanzi o dalle poesie del Vate. I premi che andremo ad assegnare sono ovviamente targhe, riconoscimenti e, per gli studenti, la possibilità di svolgere eventi all’Aurum”. “Il progetto – ha ricordato la docente Minnucci – nasce dalla volontà di avvicinare la figura di d’Annunzio alla base, alla gente comune, che resta affascinata dal personaggio, com’è accaduto in occasione della settimana dannunziana: nella serata dedicata al parrozzo dei record, abbiamo iniziato a recitare d’Annunzio e la piazza si è fermata. Il nostro desiderio è che tutti i pescaresi si rendano conto di quale personaggio e di quale grandezza abbia avuto la ventura di nascere a Pescara. Sull’iniziativa ho già sollecitato le scuole affinchè gli studenti partecipino attivamente nella realizzazione delle vetrine e anche nell’organizzazione di eventi perché vogliamo che, ogni volta che arriverà la giuria per esaminare un negozio, quella visita dovrà trasformarsi in un evento per leggere, recitare o anche cantare d’Annunzio. Pescara ha avuto la fortuna di poter contare su un’amministrazione che ha voluto riscoprire la figura del Vate, promuovendo un Festival internazionale che ha rilanciato il poeta-soldato: ricordo quando nel 2004, in occasione del centenario della rappresentazione de La Figlia di Iorio, riuscii a ottenere un sostegno economico dalla Regione Abruzzo per organizzare eventi di celebrazione della ricorrenza. Purtroppo a fronte del contributo erogato, non ho trovato nessun assessorato in Comune, all’epoca, che si facesse carico dell’organizzazione logistica degli eventi, pur disponendo delle somme necessarie, tanto che anche la mostra venne organizzata dal Museo delle Genti d’Abruzzo”.

22.06.13 00:33 - Redcan - Letto 2247