Montesilvano. Eternit abbandonato in via Chiarini

Montesilvano. La denuncia arriva dall'associazione 'Il popolo di Montesilvano'

14.01.12 11:32
By redvit PagineAbruzzo

Montesilvano. Eternit abbandonato in via Chiarini

Montesilvano. Continuano ad arrivare segnalazioni della cittadinanza all'Associazione  “Il Popolo di Montesilvano” sull'abbandono di eternit vicino ai cassonetti della spazzatura in via Chiarini .

<<Lastre di eternit abbandonate da mesi, ma sembra che nessuno le veda, una piccola discarica ma l'eternit non e' tossico? l'amministrazione non ci dovrebbe tutelare? Non  vuole tutelarci?  ma l'ordinaria pulizia dei cassonetti deve essere fatta? Allora perché non tolgono l'eternit e calcinacci buttati vicino ai cassonetti?  Sostano li' da ormai da mesi. Non vengono rimossi perché' sono materiali tossici?>> questi i commenti dei cittadini  che arrivano alla nostra mail.

Ripetute segnalazioni ma mai raccolte da chi di dovere, una vera discarica a cielo aperto fatta di eternit e calcinacci vari, questa e' la situazione che troviamo nel punto segnalato dalla cittadinanza stanca di segnalare e di non essere ascoltata.

L'amianto è una sostanza cancerogena e molto dannosa per l'apparato respiratorio per questo è di fondamentale importanza rimuoverlo e smaltirlo in sicurezza questo penso sia un dato di fatto , commenta il presidente Lorenzo Silli , ma dovremmo guardare oltre e perseguire un impegno politico, dare la possibilità' di favorire la bonifica con dei piccoli finanziamenti comunali per chi decide di rimuovere l'amianto , senza ridursi all'illegalità e all'abbandono di materiali nocivi e pericolosi per la salute delle persone, togliersi il problema personale ma dare un problema alla cittadinanza e alla comunità. Bisognerebbe informare i cittadini sul corretto smaltimento di questo pericoloso materiale e cercare di evitare spiacevoli abbandoni vicino a cassonetti e lungo i cigli stradali e succede purtroppo spesso che il Comune deve o dovrebbe  provvedere  a far rimuovere queste "discariche" abusive di amianto, che invece di essere abbandonato, a spese di tutta la collettività, può essere smaltito correttamente ed evitare scarichi  abusivi, tutto ciò è infatti indispensabile per tutelare i cittadini e l'ambiente. Non dimentichiamo che

chi viene “pizzicato” ad abbandonare l’amianto sono previste delle multe salate. Prima delle modifiche introdotte dal D.Lgs 205/10 il privato era punito con la sanzione amministrativa da 105 a 620 euro (art. 255, D.Lgs 152/06). L’articolo 34 del D.Lgs 205/10 apporta le seguenti modifiche: sanzione amministrativa da 300 a 3000 euro, e se l’abbandono riguarda i rifiuti pericolosi la sanzione amministrativa è aumentata fino al doppio.  «La gente sta continuando ad abbandonare l’eternit in strada – conclude Lorenzo Silli – E’ bene che i residenti si liberino di questi materiali potenzialmente nocivi, ma lo stanno facendo nel modo sbagliato.  L'abbandono di questi materiali non e' una scappatoia per evitare il costo della bonifica». E' giusto che si intervengo con delle agevolazioni e con l'informazione. Più l’eternit resta all’aperto, ammassato e in quelle pessime condizioni, e più rischia di essere pericoloso per la salute della gente».

14.01.12 11:32 - redvit PAGINEABRUZZO