Turismo. La Regione da i numeri

Pescara - L’Abruzzo nel 2010 risulterebbe al 4° posto tra le regioni italiane per le presenze.

02.12.11 22:00
By Redcan

Dai, vota anche tu!!! Votato 3.77/5 (22 Voti)

Turismo. La Regione da i numeri

PESCARA - Nella tavola rotonda tenutasi il 26 novembre a Città Sant'Angelo Village sul tema: "Destinazione Turismo: Infrastrutture e servizi" è emerso un dato veramente eccezionale: l’Abruzzo nel 2010 risulterebbe al 4° posto tra le regioni italiane per le presenze.

Se l’affermazione fosse confermata, si tratterebbe di un risultato strabiliante che andrebbe analizzato attentamente, poiché normalmente la regione si piazza in posizioni molto più arretrate.

Il comunicato stampa della Regione Abruzzo però non lascia dubbi “bisogna però guardare e partire dai numeri, che dicono che l'Abruzzo per presenze, lo scorso anno ha chiuso al 4° posto in Italia”.

Per capire l’importanza dell’evento, bisogna essere consapevoli che con il termine “presenze” si indica il numero di giorni, in gergo notti, che ogni singolo viaggiatore trascorre in una determinata località. Di conseguenza, aumentare il numero dei pernottamenti significa aumentare il fatturato e non solo delle imprese che vendono alloggio e ristorazione, ma anche delle altre imprese di servizi (ad esempio, balneari, dei trasporti) e di quelle industriali, artigianali e commerciali.

L’industria dei viaggi e del turismo genera benefici su un indotto molto vasto, che va dagli intrattenimenti (musei, spettacoli, ecc.) all’artigianato (souvenir, ecc.), dall’industria (come pellicole ed altri supporti, valige, ecc.) al commercio (lo shopping, e addirittura con un prodotto dedicato: lo shopping tour).     

Posizionarsi quindi, al quarto posto tra le regioni italiane significa che l’industria dei viaggi e del turismo avrebbe generato nel 2010 dai 35 ai 44 milioni di presenze di connazionali e dai 37 ai 42 milioni di presenze di stranieri, per un fatturato complessivo eccezionale (diretto e indiretto) che avrebbe dovuto provocare una considerevole crescita dell’occupazione.

Però se si vanno a guardare i numeri pubblicati dall’ISTAT ci si accorge che qualcosa non torna.

Le presenze di viaggiatori italiani, registrate dalla nostra regione lo scorso anno, sono considerevolmente inferiori e ammontano a poco più di 19 milioni; il che colloca la regione al 13° posto tra le regioni italiane.

 

La componente estera, che viene stimata dalla Banca d’Italia, per il 2010, assegna all’Abruzzo il 15° posto nella classifica dei pernottamenti degli stranieri nelle regioni italiane, con 3 milioni e 477 mila notti.

 

Cristina Morelli

02.12.11 22:00 - Redcan - Letto 4167