Festa-Progetto di Solidarietà ‘Un sorriso per la Vita’ dell'Agbe

Pescara - Giornata degli studenti del I° e III° Circolo Didattico della scuola statale di Montesilvano, del IV° Circolo Didattico statale di Pescara, dell’Istituto Domus Mariae e del Gruppo ‘Giovani in Cammino’ della Parrocchia di Sant’Antonio da Padova di Montesilvano.

31.05.11 19:53
By Redcan PagineAbruzzo

Festa-Progetto di Solidarietà ‘Un sorriso per la Vita’ dell'Agbe

PESCARA - “Una grande festa della solidarietà e del sorriso, per ricordare ai bambini di celebrare la propria infanzia, ma ricordando sempre quegli amici che stanno soffrendo per un problema o una patologia, senza far mai mancare loro l’affetto e il calore. E’ il messaggio lanciato quest’oggi nel corso della prima edizione della Festa-Progetto di Solidarietà ‘Un sorriso per la Vita’ promosso dall’Agbe e svoltosi presso la Sala consiliare del Comune di Pescara per la premiazione delle scuole e degli studenti che hanno preparato degli elaborati sul tema della solidarietà”. Lo ha detto il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia che stamane ha preso parte alle premiazioni con il Presidente dell’Agbe Massimo Parenti e lo showman Federico Perrotta che ha animato la giornata degli studenti del I° e III° Circolo Didattico della scuola statale di Montesilvano, del IV° Circolo Didattico statale di Pescara (scuola in ospedale), dell’Istituto Domus Mariae e del Gruppo ‘Giovani in Cammino’ della Parrocchia di Sant’Antonio da Padova di Montesilvano.

“Pescara – ha ricordato il sindaco Albore Mascia parlando agli studenti – può vantare una lunga tradizione nel volontariato, grazie a organizzazioni e cittadini che hanno scelto di mettere a disposizione di fratelli in condizioni di disagio, il proprio tempo libero e la propria professionalità. L’Agbe è una delle splendide realtà che esistono sul territorio e che si adopera quotidianamente per alleviare le problematiche psicofisiche ed emotive dei bambini affetti da leucemie o forme tumorali, per abbattere la solitudine della malattia  e sostenere le famiglie che affrontano il dramma del ricovero dei propri piccoli nel reparto di oncoematologia pediatrica e dei trapianti di midollo osseo. Un Ente che gestisce Casa Agbe, realizzata in via Passo della Portella grazie ai fondi raccolti tramite ‘Trenta ore per la vita’ e che ospita in un ambiente familiare i bambini destinati al day hospital per ridurre al minimo l’ospedalizzazione dei piccoli malati. Il progetto di solidarietà che ha visto protagonisti i nostri studenti, promosso dall’Agbe, ha voluto sensibilizzare i bambini alla realtà della malattia, offrendo loro la possibilità di esprimere il proprio pensiero di vicinanza, aiuto, amicizia con il bambino malato, evidenziando l’importanza dell’ottimismo e del sorriso nella cura. Ai bambini è stato chiesto di realizzare un disegno individuale o di classe e oggi abbiamo premiato i  lavori migliori”. E dopo l’animazione di Federico Perrotta che ha fatto ballare tutti gli studenti presenti, sono stati assegnati i premi: primo classificato il lavoro realizzato dal gruppo ‘Giovani in cammino’ della parrocchia di Sant’Antonio di Padova di Montesilvano con i bambini dell’Agbe; al secondo posto si è classificato lo studente Alessandro Rossi della scuola Domus Mariae; al terzo posto le classi IIa D e IIa E del primo Circolo didattico statale di Montesilvano. Ai tre vincitori sono andati targa e coppa, mentre targhe sono state consegnate anche alle altre due scuole partecipanti.

31.05.11 19:53 - Redcan PAGINEABRUZZO