Pescara. Riqualificazione aree di risulta, gli uffici tecnici stanno predisponendo gli ultimi atti

Pescara - Lo ha affermato l’assessore ai Lavori pubblici, D’Ercole

13.02.10 11:28
By Redcan PagineAbruzzo

Pescara. Riqualificazione aree di risulta, gli uffici tecnici stanno predisponendo gli ultimi atti

PESCARA - “Entro un mese al massimo apriremo il cantiere per la sistemazione e riqualificazione della parte nord delle aree di risulta dell’ex stazione ferroviaria di Pescara. Reperite le somme in bilancio, gli uffici tecnici stanno predisponendo gli ultimi atti per l’avvio dei lavori che doteranno la città di altri 200 posti auto. Nel frattempo l’amministrazione comunale sta portando avanti i progetti relativi alla realizzazione della mediateca-biblioteca e del teatro dell’Adriatico. Progetti che finalmente ridisegneranno il volto del cuore centrale del territorio, un cuore che è rimasto fermo per sei anni, dopo l’unica sistemazione delle aree di parcheggio decisa con l’ultima consiliatura dell’ex sindaco Pace”. Lo ha annunciato stamane l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Pescara Alfredo D’Ercole nel corso dello svolgimento della Commissione consiliare Grandi Infrastrutture.

“L’amministrazione comunale ha un’idea ben chiara del futuro assetto territoriale di quella parte di città – ha detto l’assessore D’Ercole -, un’idea che riparte da quel cammino interrotto sei anni fa che ovviamente stiamo rivedendo e adeguando ai tempi. Quel percorso prevede iniziative a breve termine, tese a restituire immediatamente decoro e dignità a quella parte della città, e quindi iniziative a lungo termine, che prevedono il recupero urbano complessivo del territorio. La prima urgenza sarà quella di risanare la parte nord delle aree di risulta che ancora oggi vivono una condizione di grave degrado. Tra un mese al massimo partiranno le opere per smantellare il vecchio deposito della locomotiva, asfaltare l’intera area e realizzarvi i posti auto, sul modello di quanto già realizzato nella parte sud delle aree di risulta a fine 2002 dall’ex giunta Pace. Complessivamente su quella superficie ricaveremo almeno altri 200 posti auto, fondamentali per il territorio cittadino. Nel frattempo – ha proseguito l’assessore D’Ercole – con gli uffici, prendendo come base il progetto Monestiroli, abbiamo già riavviato il discorso relativo alla riorganizzazione complessiva delle aree di risulta. Stiamo portando avanti il progetto più immediato, quello relativo alla costruzione della Mediateca-Biblioteca: c’è già un finanziamento pari a 1milione e mezzo di euro ai quali dovranno aggiungersi fondi provinciali e comunali per finanziare l’opera. E con la Fondazione PescarAbruzzo è ormai avviato il dialogo per la costruzione del Teatro dell’Adriatico, opera per la quale abbiamo già previsto la realizzazione di un sottopasso veicolare su corso Vittorio Emanuele, nel tratto compreso tra via Teramo e via Michelangelo con la pedonalizzazione della parte in superficie e la creazione della piazza del Teatro. Il progetto è chiaro e soprattutto concreto, rispetto alle delibere sui massimi sistemi portate avanti per sei anni dal passato governo di centro-sinistra. Nessun pressapochismo, nessuna navigazione a vista da parte della nuova amministrazione, a differenza di quanto sostiene il consigliere Corneli che evidentemente non ha oggi afferrato proposte e progetti snocciolati durante lo svolgimento della Commissione”.

13.02.10 11:28 - Redcan PAGINEABRUZZO