Ponte del Mare, occorre adattare la viabilità

Pescara - L'assessore al traffico Berardino Fiorilli ha effettuato un primo sopralluogo per verificare le ipotesi di variazione del traffico nei pressi delle rampe del ponte. I dettagli

11.09.09 17:51
By Redcan

Dai, vota anche tu!!! Votato 2.28/5 (43 Voti)

Ponte del Mare, occorre adattare la viabilità

PESCARA - “L’asse viario situato a ridosso del Ponte del Mare, accanto alla rampa di salita della struttura, realizzata sulla riviera sud, potrebbe diventare una strada di percorrenza a bassa velocità con una fascia destinata a parcheggio. Per ora sembra questa l’ipotesi di ridefinizione della viabilità cittadina tutt’attorno alle rampe del Ponte, l’unica ipotesi percorribile per garantire le opportune misure di sicurezza per automobilisti, pedoni e ciclisti. Stamane si è svolto il primo sopralluogo che ripeteremo nei prossimi giorni, mentre abbiamo già chiesto agli uffici tecnici di predisporre uno studio ad hoc per valutare la fattibilità della proposta”. Lo ha annunciato l’assessore al Traffico Berardino Fiorilli, vicesindaco, al termine del sopralluogo nell’area di cantiere, sul versante di Pescara sud, effettuato con il capo dell’area tecnica, l’architetto Antonio Biase, e con il Responsabile unico del Procedimento, l’ingegner Giuliano Rossi.

“Le maggiori preoccupazioni riguardano la sistemazione della mobilità sul lungomare sud – ha sottolineato l’assessore Fiorilli –. Aperto il cantiere per la costruzione della rampa del Ponte, era stata disposta solo la deviazione del traffico sul lato sinistro della carreggiata, istituendovi il doppio senso di marcia, senza progettare una viabilità definitiva. Nel corso del sopralluogo odierno abbiamo invece avanzato alcune ipotesi di soluzione: con l’ausilio degli uffici tecnici stiamo valutando la possibilità di mantenere l’attuale disciplina viaria, dunque il doppio senso di marcia, sulla corsia di sinistra già aperta del lungomare sud. Contestualmente potremmo riaprire al traffico anche la strada, oggi chiusa alle auto, che corre parallela alla rampa del ponte, in cui verrà ripristinato il senso di marcia sud-nord, istituendo la velocità massima dei 30 chilometri orari, e consentendo però l’utilizzo della piccola via solo per l’accesso al distributore di benzina, e alla fascia  destinata a parcheggio, con lo stop per coloro che vogliono reimmettersi sul lungomare o in via Andrea Doria. Per ora sembra questa l’ipotesi percorribile per garantire la massima sicurezza a coloro che transiteranno sulla riviera dopo l’apertura al pubblico del Ponte, escludendo invece la possibilità di eliminare la deviazione a sinistra: l’accesso diritto lungo la riviera potrebbe determinare il rischio di vedere le auto salire sulla rampa d’ingresso dello stesso asse pedonale-ciclabile. Già stamane abbiamo dato mandato ai nostri uffici tecnici di vagliare l’ipotesi e di redigere uno studio nel più breve tempo possibile”.

11.09.09 17:51 - Redcan