Progetto ciclovidia dell'associazione bicincontriamoci' va nella direzione giusta

 Nardella(Uil): l’amministrazione comunale e’ sulla “strada” giusta

20.10.19 21:19
By La Redazione

Dai, vota anche tu!!! Votato 2.43/5 (7 Voti)

Progetto ciclovidia dell'associazione bicincontriamoci' va nella direzione giusta

L’idea di mettere su un itinerario ciclabile di circa 20 chilometri su strade interpoderali, tratti di piste ciclabili già esistenti, zone cilopedonali e ZTL, alla scoperta di arte, storia e spiritualità così come evidenziato nel  progetto “ciclovidia” presentato dall’associazione Bicincontriamoci e alla cui presentazione ha presenziato anche il sindaco della città di Sulmona Annamaria Casini è da chi scrive vista come un invito ad investire in maniera egregia per il futuro.

-Ad affermarlo è Mauro Nardella dirigente sindacale della UIL-

Personalmente non posso che compiacermi dell’idea avuta dagli ideatori del progetto atteso che, oltre al pensiero che ho sempre sostenuto di una città vocata alla sostenibilità dal punto di vista energetico, ritrovo per la prima volta un’attenzione particolareggiata a quello che da sempre cerco di far passare come zone del  territorio comunale da rivalutare e rilanciare  vale a dire quella in cui insiste il carcere di piazzale vittime del dovere e il viale della stazione.

-sostiene il dirigente sindacale-

La mia attenzione è andata subito al pensiero esplicitato dall’architetto Valerio Vitucci il quale, nel raccontare del progetto, ha voluto spiegare che la ciclovia oltre a consentire di raggiungere facilmente zone quali il campo di prigionia 78, l’Abbazia di Santo Spirito, l’eremo di Celestino V e il santuario di Ercole Curino il tragitto permetterà di collegare punti dispersi del centro storico che sono anche luoghi di lavoro quali la stazione ferroviaria (che bene ha fatto ad evidenziarne il fatto che è il punto di accesso alla città), il Cogesa e, appunto, il carcere cittadino.

-Continua Nardella-

Se a tutto ciò l’Amministrazione comunale concorresse all’idea facendo attivare, così come evidenziato, una sinergia con RFI attraverso la simbiosi con l’altro e molto apprezzato progetto di riqualificazione del piazzale antistante la stazione attraverso la creazione di una stazione per biciclette, bike sharing per collegare stazione e centro storico, allora potremmo dire che staremmo veramente sulla “strada” giusta.

-Conclude il componente della  segretaria confederale-

20.10.19 21:19 - La Redazione