Se un folle come Liborio sognasse lo strega…

Il narratore e poeta lancianese Remo Rapino, in lizza per la LXXIV Edizione del Premio Strega

09.05.20 18:37
By La Redazione PagineAbruzzo

Se un folle come Liborio sognasse lo strega…

Domani, domenica 10 maggio, alle ore 17.30, il narratore e poeta lancianese Remo Rapino, in lizza per la LXXIV Edizione del Premio Strega con il suo romanzo Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio, pubblicato per le edizioni minimum fax, sarà ospite di BPER Banca al “Forum Monzani Eventi”, una piattaforma virtuale che permetterà al grande pubblico di incontrare i dodici finalisti del Premio Letterario più prestigioso d’Italia.

L’appuntamento, che sarà possibile seguire in diretta streaming sul sito ufficiale del Premio Strega, si inscrive in un ciclo di quattro incontri, coordinati da Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Bellonci e segretario del comitato direttivo del Premio.

Nel pomeriggio di domani, insieme a Remo Rapino saranno intervistati Marta Barone, finalista con Città sommersa, edito da Bompiani, e Gianrico Carofiglio, in concorso con La misura del tempo delle edizioni Einaudi.

Non si esaurisce la trepidante attesa in vista delle due ultime fasi del concorso: il 9 giugno, infatti, si terrà la prima votazione con la scelta dei cinque finalisti, mentre il 2 luglio si procederà con la proclamazione del vincitore.

Intanto, la vicenda del folle Liborio, personaggio irregolare e bizzarro che ha conquistato l’approvazione e destato la meraviglia dei lettori e dei critici, continua a suscitare interesse e a mietere consensi: anche Fabrizio Gifuni ha voluto dedicargli un video, apparso il 5 maggio scorso sul sito del quotidiano “La Repubblica”, nel quale l’attore romano interpreta con grande maestria l’incipit del romanzo.

09.05.20 18:37 - La Redazione PAGINEABRUZZO