La storia del brigantaggio in scena a Montesilvano

“PRIMIANO – Brigante per Amore” 

20.02.19 09:14
By La Redazione

Dai, vota anche tu!!! Votato 2.88/5 (8 Voti)

La storia del brigantaggio in scena a Montesilvano

La storia di un giovane pastore che desiderava una vita tranquilla con la sua sposa.
Un amore che diventa impossibile a causa del capriccio di un potente.
Il desiderio di libertà che costringe a prendere "la via della montagna" e farsi brigante.
Tutt'intorno un Abruzzo e un’Italia che si accendono dei fuochi della rivolta anti sabauda.

AIUTO MESSINSCENA: Cristian Zulli  - SCENOGRAFIA: Chiara Scarpone, Gianni Colangelo Mad, Cristian Zulli ABITI DI SCENA: Anna Iezzi - GRAFICA: Marzia Lamelza

Ispirato alla vera storia di Primiano Marcucci, pastore di Campo di Giove vissuto nell’Ottocento, “Primiano – Brigante per Amore” mette in scena una vicenda umana che si inserisce nel contesto della Guerra al Brigantaggio combattuta nel meridione italiano all’indomani dell’unificazione sabauda. Le vicissitudini di Primiano travalicano però la storia personale del protagonista, diventando efficace paradigma del malcontento generalizzato e delle difficoltà del vivere che in quegli anni attanagliarono le classi sociali popolari della società meridionale.
E mentre l’Abruzzo si infiamma dei fuochi della rivolta antisabauda, le gesta di Primiano saranno celebrate da poveri e oppressi come quelle di un eroe che si ribella all’ingiustizia della Legge, fino a diventare personaggio leggendario il cui ricordo ancora permane tra paesi e boschi della montagna abruzzese.

20.02.19 09:14 - La Redazione