Tutto pronto per la Biennale d'arte contemporanea

Pescara. Dal 3 al 20 marzo al Museo Colonna. 40 gli artisti provenienti da tutto il mondo

23.02.18 10:43
By redvit

Dai, vota anche tu!!! Votato 1/5 (2 Voti)

Tutto pronto per la Biennale d'arte contemporanea

Pescara. Si svolgerà dal 3 al 20 Marzo 2018, la manifestazione artistica che vedrà due grandi eventi affiancati; cominciando da “I SAVEBiennale D'Arte Contemporanea per un Nuovo Mondo” e la Mostra Fotografica di Fortunato Gatto e Alessandro Petrini dal titolo “Shaped by time – Abruzzo meets Scozia / Forgiato dal tempo – L’Abruzzo incontra la Scozia” al MUSEO D'ARTE MODERNA VITTORIA COLONNA di Pescara. Stamane la presentazione con gli organizzatori, da Giovanni Di Iacovo (Assessorato alla cultura della città di Pescara), Giancarlo Sagazio (Presidente Nucleo Volontario e Protezione Civile A.N.F.I. - Pescara); Gregorio Totaro (Presidente di Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia - Pescara); Fondazione Pescarabruzzo; Greta Massimi (Produttore esecutivo della manifestazione); Davide Cocozza (artista e Direttore Artistico SAVEBiennale D'Arte Contemporanea per un Nuovo Mondo) e con Antonio Di Marco, presidente della Provincia di Pescara.

 

“Gli appuntamenti sono riusciti ad unire istituzioni e soggetti della città fino ad arrivare all’iniziativa di oggi che ha robustezza culturale – così l’assessore Giovanni Di Iacovo- Un appuntamento biennale che possa fare emergere tutto ciò che c’è di innovativo nell’arte contemporanea. Da un lato avremo grandi talenti del territorio, integrandoli con tanti altri artisti che Pescara potrà conoscere. Si tratta di un momento importante per la città, anche perché la mostra avrà diversi linguaggi culturali. Voglio ringraziare tutti i motori di questi due eventi che ci auguriamo siano vissuti con presenza ed entusiasmo dalla città”.

 

“Un’iniziativa che sosteniamo pienamente e con l’associazione promotrice per fare ancora più grande la città di Pescara – così il presidente Antonio Di Marco - rendendola centrale rispetto ad un progetto così ambizioso, che vede l’arte anello strategico della nostra città. Vale così la pena motivare ed emozionare i cittadini rispetto all’arte. Questo progetto consentirà l’incrocio delle proposte nuove che ci sono e promuoverà un percorso individuale interessante as quanti partecipano. I cittadini potranno così immergersi nella cultura che ci rende più veri e protagonisti della vita istituzionale, per vivere e condividere con gli altri tali progetti”.

 

“E’ bello mettere insieme grandi artisti e giovani promesse – così il vicesindaco Antonio Blasioli - e questo dimostra che Pescara riesce a fare cose belle sulla cultura, tanto da essere fra le prime città d’Italia per iniziative e investimenti. Bello che anche altre associazioni che di solito ci supportano nella protezione civile siano ingaggiate per la cultura”.

 

“Ci siamo resi disponibili perché il principio era quello del progetto sociale no profit – così Gregorio Totaro e Giancarlo Sagazio - Ci piace il fatto che siano stati coinvolti i giovani che abbiamo spronato perché diventino attivi e operativi ringrazio tutti perché ci hanno coinvolto per la riuscita della manifestazione”.

 

“Evento importante reso possibile dalla sinergia fra istituzioni e soste nitori, dagli enti alla Fondazione – dice Greta Massimi - Le mostre sono due, SaveBiennale e l’Abruzzo incontra la Scozia, per far conoscere il territorio e dare la possibilità di promuoverlo. La finalità è anche quella di far dialogare artisti e soggetti provenienti da ambiti diversi grazie all’evento”.

 

“Il progetto è nato nel 2014, era solo un’idea coltivata con artisti del territorio – racconta Davide Cocozza - A Pescara nonostante ci sia un sottobosco fertile mancava un punto d’incontro che potesse mettere in contatto artisti locali e internazionali, da qui Save, salvare contenuti e talenti importanti: una chiamata a cui hanno risposto oltre 40 artisti e ognuno porta ciò che salverebbe di questo mondo su un altro ipotetico pianeta. Fra questi c’è Franco Summa e altri artisti che hanno partecipato a biennale di Venezia, alla quadriennale di Roma, una galleria di nomi che parte dagli anni 70 e arriva ai giorni nostri. Un primo passo per arrivare a gradini molto alti sicuramente con più collaborazioni esterne”.

 

“La Fondazione è a fianco ai giovani e alle eccellenze del territorio – dice Nicoletta  Di Gregorio, vicepresidente della Fondazione PescarAbruzzo . Questa iniziativa complessa ma anche molto empatica riesce a coniugare l’aspetto paesaggistico con quello culturale: la bellezza del territorio nella bellezza dell’arte. Importante è anche unire tradizione e innovazione che sta alla base del progetto, mi sembra importantissimo partire dagli studenti e dalla scuola”

 

“Un progetto interessante capace di coinvolgere i ragazzi in maniera attiva – chiude Valentino Sticchiotti , Presidente Consulta Provinciale degli Studenti di Pescara e curatore di uno degli eventi in programma. In un mondo così frenetico e vorticoso l’arte e la collaborazione ci permettono di ammirare ciò che ci circonda. Grazie all’arte riacquisiamo il dono di meravigliarci di fronte alle bellezze. Vivere e vivere pienamente attraverso l’arte serve per creare una comunità di ragazzi stabile e forte perché l’arte consente anche questo”.

 

Il progetto. Oltre quaranta artisti provenienti da tutto il Mondo esporranno nelle sale del Colonna, dipinti, sculture, installazioni e performance che prenderanno vita durante la manifestazione. Ospite d'onore sarà l'artista FRANCO SUMMA che presenterà un'opera inedita. #SAVEBIENNALE significa salvare, e questo è il concept lanciato agli artisti che hanno risposto prontamente. Salvare per portare in un nuovo mondo su cui ricominciare un’esistenza; chi? Cosa? Quale? Sono le domande che ognuno si è posto per cominciare ad elaborare l'opera. Bombardati da notizie come guerre nucleari, catastrofi ecologiche e epidemie; non ci resta che andare su un nuovo pianeta, con una “nuova arca” e con la prima cosa che non lasceremmo mai. Un concept attuale, che ha stimolato tutti tra serietà ed ironia. Tutti si augurano che questa sia solo la prima di tante esperienze e che #SAVEBIENNALE riesca in una città pronta ad accogliere ogni idea e slancio culturale, a diventare ed essere un punto di riferimento dell'arte contemporanea, valorizzando la città ed offrendo ai visitatori, cittadini e amanti dell'arte, un’occasione di confronto ed interesse culturale.

La mostra fotografica invece ci porterà in «un viaggio che varca le soglie del castello alla ricerca di uno scrigno contenente le immagini che legano emozionalmente due territori, Scozia e Abruzzo. Confini e distanze fisiche vengono abbattuti per mostrare un paesaggio forte, custode di una Natura, nella sua essenza, variopinta e sublime. Una storia che si dipana dalle forme e dai colori di due terre lontane in un percorso coerente che trasporterà gli occhi del visitatore in un universo unico e coinvolgente».

Una mostra inedita la cui realizzazione la si deve ai fotografi Fortunato Gatto, professionista del settore che ha ricevuto numerosi riconoscimenti nei più prestigiosi concorsi di Fotografia naturalistica del mondo. Ad oggi, è tra i paesaggisti Europei più titolati e può vantare anche numerose pubblicazioni su magazines italiani e internazionali e Alessandro Petrini, fotografo e film-maker professionista dal 2003. È uno dei migliori time-lapser europei. Il suo timelapse “Twofold Nature - Abruzzo Sublime and Beautiful” uscito a fine 2014, è stato pubblicato dal National Geographic, dalla Nikon, dal sito del Ministero del turismo, da Landscape Photography Magazine ed è stato finalista al Views of the World Film Festival di Montreal.

 

Inoltre durante i giorni espositivi avranno luogo tre eventi presso la Sala Convegni del Museo Vittoria Colonna, sempre alle ore 18,00: 3 marzo 2018 - “vernissage”, modera Prof. Oscar Ruberto; 10 marzo - presentazione del libro Limarubra di Fabio Masci a cura della Consulta Provinciale degli Studenti di Pescara a partire dal suo Presidente Valentino Sticchiotti e con la partecipazione di Giacomo D’Angelo; 17 marzo – “Meraviglie di Natura – Dalla Scozia all’Abruzzo”, a cura di Alessandro Petrini, con la partecipazione della Presidentessa dell’Associazione Eremo Dannunziano Nicoletta Di Gregorio e con le letture di Daniela Quieti, Vittorina Castellano e chiusura dei lavori.

 

Durante il giorno dell’inaugurazione e non solo, in corso d’opera, ci saranno diversi appuntamenti nelle sale espositive delle mostre con performarce, presentazioni e tanto altro.

Numerosi i gemellaggi e le collaborazioni con enti e privati che hanno aderito ed appoggiato il progetto, Media Patner Tesori d’Abruzzo.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: Greta Massimi, 333 399 0038, gretamassimi@live.it; Davide Cocozza, savebiennale@libero.it;

 

23.02.18 10:43 - redvit - Letto 748