'Artisti per il Britti' con i giovani del Teatro senza fissa dimora

Pescara. Hanno interpretato una favola in musica

10.02.18 15:00
By redvit

Dai, vota anche tu!!! Votato 0/5 (0 Voti)

'Artisti per il Britti' con i giovani del Teatro senza fissa dimora

Pescara. Anche i giovani del Teatro senza fissa dimora hanno voluto dare il proprio contributo all’iniziativa “Artisti per il Britti”, serate di intrattenimento per i senza tetto che sono ospiti del centro di accoglienza notturno di via Rio Sparto, aperto dall’amministrazione comunale e coordinato dall’Assessorato alle Politiche sociali. Nonostante la giovane età, gli attori del gruppo pescarese, hanno interpretato con intensità ed emozione “L'innocenza del lupo”, una favola in musica che racconta storie di uomini e lupi nell'Italia post unitaria.

"Basato su una pagina di storia poco nota, è uno spettacolo che prende le mosse dall'eccidio di Scurcola Marsicana, avvenuto nel gennaio del 1861, per poi aprire un'ampia e dettagliata parentesi sul fenomeno del brigantaggio - ha spiegato la regista Federica Vicino - Alcuni fra i più noti briganti, come Ninco Nanco, Michelina Di Cesare, Carmine Crocco, Luca Pastore, rivivono fra monologhi, poesie e musica”. Accompagnati da percussioni e chitarra, i giovani attori hanno cantato e raccontato storie suggestive di amore e morte, dando voce a briganti crudeli ma custodi di un profondo amore per il Sud. Una rappresentazione seguita con attenzione e partecipazione dall’assessore Antonella Allegrino, dai volontari che operano nel centro e dai tanti senza dimora che, ogni sera, sono ospiti del Britti. “E stato un onore e una forte emozione per noi del Teatro senza fissa dimora poter recitare in questo luogo davanti a voi - ha sottolineato Federica Vicino al termine della rappresentazione - Anche per i nostri giovani è un’importante esperienza di vita”.

Sono un centinaio i senza dimora accolti centro polivalente “Monsignor Gustavo Britti” di via Rio Sparto dall’inizio dell’attività, il 30 dicembre scorso. La struttura è stata aperta dall'amministrazione comunale per offrire un riparo notturno ai senza tetto in questo periodo di temperature rigide. Le persone che vi hanno trovato ospitalità sono in gran parte di nazionalità italiana seguite da quelle di nazionalità rumena, marocchina, albanese, nigeriana, polacca, russa e altre. Nel centro sono stati allestiti 70 posti letto, e i senza dimora presenti, sono tra i 40 e i 50 ogni notte. Nella struttura, che viene aperta ogni sera alle 19  e resta operativa fino alle 9 del mattino successivo, sono presenti i volontari delle associazioni On the Road, delle Comunità Papa Giovanni XXIII e Sant’Egidio, dell’associazione culturale Emozioni, dell’Ordine di Malta, della P.E.A (Psicologia Emergenza Abruzzo), gli scout giovani, i volontari Aristide Ricci e Michel Janssens, quest’ultimo ex senza tetto, mentre il Banco Alimentare  e i parrocchiani delle chiese di San Gabriele e Santa Lucia hanno offerto un contributo con prodotti per la colazione.

I giovani attori del teatro senza fissa dimora sono Alberto Grosso, Erica Martelli, Rebecca Di Renzo, Enrico Valori, Lorenzo Valori, Daniele Di Masci, Jamal Mouawad, Pierluigi Lorusso, Blu Fidanza, Salvatore Lecce, Vincenzo Di Ienno.


10.02.18 15:00 - redvit - Letto 197