Guardiagrele Opera. Al via il festival

Guardiagrele. Il 23 la prima serata dedicata a Beethoven 

15.07.17 15:24
By redvit

Dai, vota anche tu!!! Votato 3/5 (2 Voti)

Guardiagrele Opera. Al via il festival

Guardiagrele. C’è un posto in Abruzzo, un borgo incastonato tra la Maiella e le colline teatine, che da tre anni ormai è diventato il centro di quello che all’inizio sembrava un esperimento azzardato e che si è rivelato invece una realtà sempre più travolgente.

Guardiagrele è compresa nel novero dei Borghi più belli d’Italia: una storia antica, monumenti prestigiosi, artigianato rinomato, musei ed eventi estivi. Ma quello che dal 2015 la sta rendendo eccezionale è una manifestazione senza eguali in Abruzzo, paragonabile forse, per estro e livello artistico, solo al festival dei Due Mondi di Spoleto.

Ma qui non siamo in Umbria, in una terra privilegiata di arte e spiritualità. Siamo nell’Abruzzo rude e selvaggio, ma capace anche di voli pindarici e sfide impossibili.

Guardiagrele Opera nasce nel 2015 per iniziativa di un pugno di appassionati, dell’associazione Amici della Musica e del Teatro e del Maestro Maurizio Colasanti, direttore d’orchestra di fama mondiale, che ne assicura fin dagli esordi l’assoluto livello artistico, che ha portato finora a Guardiagrele personalità di rilievo indiscutibile.

Senza contributi pubblici e appoggi politici, se si esclude il sostegno dell’amministrazione comunale, che dopo l’iniziale esitazione ha sposato in pieno il progetto, solo con il lavoro entusiasta della squadra imbattibile di GO, l’idea bizzarra degli inizi si è trasformata in un evento che attira pubblico ben al di fuori dei confini regionali. Dal Rossini giovanile della prima edizione si è passati al delizioso Pergolesi del 2016, con la regia di Enzo Decaro, per arrivare all’irresistibile Mozart del 2017, la cui Così fan tutte chiuderà con un finale scoppiettante un festival operistico nuovo e grandioso sotto molteplici aspetti.

Già dallo scorso anno la creatività e la professionalità di Maurizio Colasanti hanno trovato il completamento ideale nel talento di una regina del canto lirico, la soprano Susanna Rigacci, inimitabile voce delle musiche di Ennio Morricone. Insieme hanno dato vita a un’edizione, quella del 2016, completata dalla verve partenopea del regista Enzo Decaro, che ha prodotto una messa in scena indimenticabile de Lo frate ‘nnamorato di Giovan Battista Pergolesi, con delle giovani voci, in qualche caso debuttanti, che grazie all’esperienza guardiese si sono messe in luce e hanno iniziato una carriera inarrestabile, calcando i palcoscenici di tutto il mondo.

L’edizione del 2017, la terza, si annuncia ancora più appassionante, con tante novità:

Oltre alla collaborazione con il Conservatorio di Pescara, che ha deliberato il suo patrocinio all’intera manifestazione, l’intesa conclusa con due prestigiose università musicali americane, la Southern Illinois University Carbondale e la Southeast Missouri State University, porterà a Guardiagrele oltre 150 tra docenti e studenti di ogni parte del mondo.

L’opera scelta della soprano Susanna Rigacci e Maurizio Colasanti è una delle più celebri di Wolfgang Amadeus Mozart: Così fan tutte, un’esplosione di gioia di vivere e ironia disincantata che solo il genio del Salisburghese poteva generare, con la regia affidata a Manu Lalli, che promette un allestimento sorprendente. La recita di Così fan tutte segnerà il culmine della manifestazione, il 31 luglio, ma le serate precedenti si annunciano ricche di musica e di emozioni.

Il 23 luglio aprirà il festival un concerto interamente dedicato a Beethoven, con la V Sinfonia e il Concerto per pianoforte e orchestra op. 73 n. 5 “Imperatore”, con la GO Symphony Orchestra diretta dal maestro Maurizio Colasanti e il maestro Antonio Di Cristofano al pianoforte. Durante la settimana si avvicenderanno concerti da camera e sinfonici non solo a Guardiagrele ma in tutto il territorio, dalla montagna al mare, da Francavilla a Pescara, da San Vito Chietino a San Martino sulla Marrucina.

Da non perdere la messa in scena dell’Histoire du soldat di Igor Stravinskij, originale mescolanza di narrazione, musica e danza ispirata alle fiabe popolari russe, che promette di stupire gli spettatori con l’audacia delle trovate sceniche e narrative: il primo dei quattro spettacoli previsti si svolgerà il 24 luglio nella splendida cornice del castello di Semivicoli; seguiranno Francavilla al Mare il 26, Pescara il 27 e Guardiagrele il 29 luglio.

Quello che è diventato il festival Guardiagrele Opera in tre anni ha del miracoloso.
Dal nulla, nutrito solo dalla passione di pochi folli e dal genio creativo di qualcuno, è nato e cresciuto anno dopo anno fino a giungere a livelli di assoluto valore.
GO 2017 è un evento come l'Abruzzo non ha mai ospitato, da fare invidia a realtà ben più consolidate nel tempo e foraggiate economicamente, anche fuori regione.
Maurizio Colasanti, Susanna Rigacci e Manu Lalli in sinergia daranno vita a una entusiasmante settimana di musica e spettacolo in uno dei “Borghi più belli d’Italia”, alle falde della grande montagna madre Maiella.

15.07.17 15:24 - redvit - Letto 1193