L'Istituto comprensivo 3 di Chieti premiato a Verona

Chieti. La cerimonia il 1 scorso

05.12.17 10:34
By redvit

Dai, vota anche tu!!! Votato 0/5 (0 Voti)

L'Istituto comprensivo 3 di Chieti premiato a Verona

Chieti.

L'Istituto comprensivo 3 di Chieti, capofila della rete di scuole  #CLILforLand, premiato per la priorità 4 - Competenze di lingua straniera per il progetto eCLIL (Earthquake Care Learn Investigate our Land)

A partire dal corrente anno scolastico il MIUR - Direzione generale per il Personale Scolastico ha istituito il "Premio formazione in servizio per l'innovazione della scuola" rivolto alle Istituzioni scolastiche (singole o associate in rete o scuole polo per la formazione) con l'obiettivo di valorizzare le iniziative formative di qualità realizzate dalle Istituzioni scolastiche nel corso del primo anno di attuazione del Piano di formazione docenti (a.s.2016-2017.

Il 1 dicembre scorso, nell'ambito della 27° Mostra convegno nazionale Job&Orienta  che si è svolta a Verona, sono stati premiati i nove progetti formativi, uno per ciascuna delle priorità strategiche previste dal Piano di formazione, che hanno superato la selezione prevista dal Miur. Per la priorità 4 – Competenze di lingua straniera, è stata premiata la proposta presentata dall'Istituto comprensivo 3 di Chieti, quale capofila della rete di scuole  #CLILforLand, che ha realizzato il progetto eCLIL (Earthquake Care Learn Investigate our Land).

Il premio è stato consegnato dal Direttore generale dell'USR Abruzzo, dott.ssa Antonella Tozza, a Maria Assunta Michelangeli e Marina Screpanti, rispettivamente Dirigente scolastico dell'Istituto comprensivo 3 di Chieti e docente referente del progetto per l'Istituto e per la rete.

Il progetto eCLIL (Earthquake Care Learn Investigate our Land) ha visto nel corso dell’anno scolastico 2016/2017 la rete di scuole abruzzesi #CLILforLand, di cui l’IC3 è capofila. La rete è costituita da dieci Istituti comprensivi delle province di Chieti, Pescara e Teramo:  Chieti 3, Fara Filiorum Petri (Ch), San Giovanni Teatino (Ch),  Collecorvino (Pe), Pescara 1, Pescara 10, Torre de’ Passeri (Pe), Campli (Te), Mosciano Sant’Angelo (Te), Silvi Marina (Te). Le attività del progetto sono iniziate con un momento di formazione dei docenti sul fenomeno terremoto da un punto di vista scientifico, sulle norme di sicurezza da attuare in caso di evento, sulla metodologia CLIL e sulla microlingua necessaria per lo svolgimento delle lezioni.

Successivamente, più di 1000 alunni dai 6 ai 14 anni e 40 docenti sono stati direttamente coinvolti nella sperimentazione. Le lezioni, interamente svolte sul tema in lingua inglese, hanno condotto al raggiungimento di importanti competenze, da quelle linguistiche, con un notevole miglioramento della fluency, a quelle scientifiche e sociali, con particolare riferimento alla promozione dello spirito di iniziativa e l’imprenditorialità.

Ulteriori aspetti caratterizzanti l'esperienza sono lo sviluppo di competenze digitali e l'instaurazione di proficui rapporti collaborativi tra i docenti, favoriti anche dalla condivisione di materiali e di comunicazioni tramite la piattaforma eTwinning; la valorizzazione delle opportunità offerte dalla costituzione di reti di scuole per la ricerca e la sperimentazione didattica.

05.12.17 10:34 - redvit - Letto 162